Plastica

TIpologie di materiali plastici

Le materie plastiche più diffuse sul mercato dei prodotti di consumo sono:

PE, polietilene: sacchetti, flaconi per detergenti, giocattoli, pellicole e altri imballi;
PP, polipropilene, con usi diversissimi: oggetti per l'arredamento, contenitori per alimenti, flaconi per detersivi e detergenti, moquette, mobili da giardino;
PVC, cloruro di polivinile: vaschette per le uova, film, tubi; è anche nelle porte, nelle finestre, nelle piastrelle;
PET, polietilentereftalato: bottiglie per bevande, fibre sintetiche, nastri per cassette;
PS, polistirene (polistirolo): vaschette per alimenti, posate, piatti, bicchieri;

La raccolta differenziata delle materie plastiche riguarda in particolare gli imballaggi, che costituiscono una percentuale rilevante della plastica contenuta nei rifiuti urbani (oltre il 50%).

All'inizio, tale raccolta riguardava solo le bottiglie e i flaconi. Attualmente, si sta allargando la possibilità di riciclaggio anche di imballaggi in plastica utilizzati per gli alimenti, come sacchetti, scatole, vaschette e pellicole per imballaggi. Gli stessi sacchi in polietilene utilizzati per la raccolta differenziata vengono a loro volta riciclati.

Ultime notizie

AutofiderFebruary 01, 2016
Chi siamoFebruary 02, 2016
Scissione molecolareFebruary 03, 2016
JoomlaMan